Cibo

Ristorante Righi

Benvenuti in uno dei Ristoranti più famosi di San Marino

Nella Piazza centrale della città, in vetta al monte Titano, da cui si gode di una vista straordinaria si trova il Ristorante Righi.
La cucina dell’attuale chef, Luigi Sartini, è conosciuta per aver ricevuto una stella dalla Guida Michelin.

La storia

Situato in Piazza Libertà, la stessa in cui c’è il Palazzo Pubblico, il ristorante è stato, in passato, taverna, osteria e stazione di posta. Fino all’arrivo della signora Maria Righi che, circa 50 anni fa, prese il comando del locale facendolo diventare simbolo di cucina fortemente legata alle produzioni nostrane.
Ieri come oggi, lo chef Luigi Sartini (dietro ai fornelli dal 1990), mantiene un forte legame con le materie prime del territorio ponendo la massima attenzione nell’ospitalità di residenti e turisti.

Lo Chef racconta: “Per me la cucina è stata una scelta naturale, mentre frequentavo gli ultimi anni dell’Istituto alberghiero, ho avuto le prime esperienze di lavoro estivo ed è qui che iniziai a lavorare con il maestro di tutti i migliori Chef cresciuti in Romagna: Gino Angelini. È grazie a lui che, successivamente, ho conosciuto Gualtiero Marchesi.”

Piazza della Libertà 10 - 47890 Città di San Marino, San Marino
.
Contatti:

Disposizione dei locali

Il palazzo è dislocato su due piani: al piano terra ospita l’Osteria la Taverna e il Ristorante Gourmet al primo piano. Entrambe le cucine sono caratterizzate da una ristorazione di alto livello, raffinatezza e qualità.
Quanti clienti possono contenere i due locali? 
Chef Sartini risponde: “Il ‘Ristorante Righi’ ha una capienza di 70 ospiti, mentre ‘L’Osteria La Taverna’ può ospitare fino a 50 commensali. Oltre alle sale interne abbiamo a disposizione il ‘Dehors’, su Piazza della Libertà, dove possono accomodarsi fino a 60 persone. In caso di particolari richieste abbiamo la possibilità di ospitare anche molti più ospiti.”

La facciata del palazzo

Osteria la Taverna 

La prima parte del Ristorante si trova al piano terra, direttamente accessibile dalla Piazza centrale di San Marino, dove è possibile godere di un’incantevole vista in ogni periodo dell’anno. 
È considerato il luogo ideale per una pausa pranzo/cena per chi vuole provare dei piatti tradizionali rivisitati sapientemente dallo Chef.
L’ambiente, tipico da osteria, è mondano e raffinato allo stesso tempo e, nel corso del mese, presenta diverse serate a tema.

Ristorante Gourmet 

Fin da subito sarete accolti in un ambiente elegante e raffinato senza mai abbandonare la sensazione di “sentirsi a casa”.
I piatti evidenziano la continua ricerca di formule espressive nuove che puntano a soddisfare ed emozionare i clienti. Il filo conduttore di tutte le pietanze presentate è l’utilizzo di materie prime sapientemente associate tra loro.
È proprio questo Ristorante a ottenere, nel 2008, una Stella Michelin. 

La Stella per me è il riconoscimento della ricerca continua, della dedizione e del piacere di esser Ospite al Ristorante. Non ho modificato il mio modo di essere e di cucinare “dopo la Stella” poiché credo di aver ricevuto questo importantissimo riconoscimento proprio per come interpreto la cucina.”

Le cucine vantano la certificazione AIC (Associazione Italiana Celiachia) e la massima attenzione alle intolleranze alimentari, alle pietanze vegetariane e vegane.

La facciata del palazzo

I servizi 

Chef Sartini pone grande considerazione anche ai servizi esterni al ristorante mettendo a disposizione dei clienti le seguenti attività:
- catering per matrimoni e feste
- partnership con molteplici location
- menù di asporto

Tutte le formule proposte sono ampiamente personalizzabili.

I piatti di punta 

Tra le tante pietanze proposte nei menù, due sono quelle cucinate interamente con prodotti del territorio: la “Lasagnetta con ragù tagliato al coltello e fonduta di pecorino” e la “Degustazione di manzo grigliato del territorio con quattro salse e quattro verdure”. 
La Lasagnetta è il piatto a cui sono più legato e che non mancherà mai nella mia carta. Credo sia la “summa” degli insegnamenti tratti dai miei Maestri: Angelini e Marchesi.”

Sia per il ‘Ristorante Righi’ che per ‘L’Osteria La Taverna’, lo Chef collabora con micro fornitori di nicchia dai quali reperisce solo ingrediente specifici (una farina particolare o un determinato tipo di olio, ad esempio), ma anche con fornitori più grandi che operano a livello internazionale.

La facciata del palazzo

maps

.