Comunicati stampa

Presentazione Il Medioevo a San Marino

Il Medioevo a San Marino e Giornate Medioevali l’arte di evocare le atmosfere del passato e il buon cibo sono gli ingredienti che San Marino mette in campo dal 18 luglio al 9 agosto e per rendere unica la ricetta… il panorama incantevole, che solo il Monte Titano sa offrire.

Gli appuntamenti estivi a San Marino promossi dalla Segreteria di Stato per il Turismo sono numerosi e vari, pensati per soddisfare i gusti e le esigenze più disparate. Tra questi, le rievocazioni, gli spettacoli e i tornei ispirati al Medioevo giocano un ruolo di prim’ordine con nuovi progetti dedicati ai secoli più misteriosi e affascinanti della storia, che si affiancano alle iniziative già care al pubblico.

Il 18 luglio prende il via Il Medioevo a San Marino, che anima due dei luoghi più significativi del centro storico, la Prima Torre “Guaita” e la Cava dei Balestrieri. La Guaita è uno dei più antichi fortilizi presenti sul territorio della penisola, considerato inespugnabile. All’interno del mastio, nelle stanze che ospitavano la caserma e le antiche prigioni, nonché nello spazio aperto della corte esterna, i visitatori incontrano armigeri, fanciulle, artisti, artigiani, dame e popolani della Compagnia dell’Istrice e I Fanciulli e la Corte di Olnano che li accompagnano in un affascinante viaggio nella vera vita dell’Età di Mezzo. Sempre negli spazi della Prima Torre l’Associazione Giochi Storici rievoca la Baratteria, ovvero il luogo dove ci si divertiva con i giochi da tavolo nel 1200. I tavolieri, antenati degli scacchi, sono stati fedelmente ricostruiti seguendo testi dell’epoca Dopo il grande successo dello scorso anno questo progetto viene nuovamente realizzato grazie anche al prezioso sostegno dell'Ente Cassa di Faetano - Fondazione Banca di San Marino. Cava dei Balestrieri ospita invece "La Balestra d'Estate" con i padroni di casa, ovvero i Balestrieri, gli Sbandieratori, i Musici e i Figuranti della Federazione Balestrieri Sammarinesi. L’antica cava di pietra vede gli esperti delle varie specialità svelare i segreti della loro arte ai visitatori, permettendo loro di entrare nel vivo di una tradizione radicata nell’essenza stessa della piccola Repubblica. I Balestrieri infatti, come stabilito dagli Antichi Statuti, sono stati i più tenaci difensori del valore più caro ai sammarinesi, la libertà. L’iniziativa si svolge dalle ore 10.00 alle 19.00 tutti giorni fino al 9 agosto.
Sempre il 18 luglio ha inizio il Campionato Europeo di Arco Storico Medievale per Singolo Arciere e per Nazione, che prevede due giorni di emozioni con gare di tiro con l’arco, accampamento medioevale a cura della Cerna dei Lughi Archi di San Marino ed esibizioni di quattrocento arcieri e sbandieratori provenienti da città ospiti come Arezzo e San Quirico d’Orcia. Anche questa iniziative gode del sostengo dell’Ente Cassa di Faetano - Fondazione Banca di San Marino.
L’appuntamento tradizionale con le Giornate Medioevali non può mancare: dal 23 al 26 luglio, quattro giorni in cui ci si immerge totalmente nell’atmosfera dell’epoca che ha forgiato i caratteri peculiari del Comune di San Marino, più tardi divenuto Repubblica. Gli spettacoli iniziano sin dal mattino, con le rievocazioni storiche che animano la Prima Torre “Guaita”, a cura dei gruppi storici sammarinesi I Fanciulli e la Corte di Olnano e Compagnia dell’Istrice e la partecipazione dell’Associazione Giochi Storici di San Marino. Dal pomeriggio alla sera i soavi suoni di flauto e gironda rallegrano gli angoli più suggestivi del vecchio borgo e i ritmi incalzanti di tamburi riempiono le antiche contrade. Un angolo speciale, presso Campo Bruno Reffi, è dedicato ai più piccoli, con l’animazione a cura della Compagnia San Giorgio e il Drago che coinvolge i ragazzi in attività ispirate al mondo delle fiabe e dei racconti fantastici. Attrazioni curiose la rievocazione degli antichi mestieri e dei commerci con il mercato, nonché la Città Medioevale, il suggestivo accampamento presso la Cava Antica. Al calar del sole si sprigionano i profumi delle pietanze preparate secondo le antiche ricette, servite a lume di candela nei ristoranti del centro. Gli spettacoli serali, che hanno il loro fulcro nella splendida Cava dei Balestrieri, hanno inizio con l’emozionante show di apertura, che vede protagonisti i Balestrieri, gli Sbandieratori, i Musici e i Figuranti della Federazione Balestrieri Sammarinesi. Per l’edizione 2015 il regista e direttore artistico Philippe Macina ha pensato ad una potenziata e nutrita presenza di colorati personaggi e gruppi itineranti che assicurano un coinvolgimento ancor più ricco nelle antiche contrade del centro storico. Le visite guidate proposte dalle guide ufficiali di San Marino per l’occasione rappresentano una possibilità di approfondimento culturale da abbinare all’esperienza di viaggio.
Il momento clou della prima serata è la presentazione della Balestra Veloce di Leonardo, un'invenzione che avrebbe potuto cambiare il corso della storia, realizzata in collaborazione con Leonardo3 Milano e Danilo Giovannini.
Nella suggestiva location si esibiscono inoltre i gruppi storici sammarinesi, portando in scena spettacoli che ripercorrono alcune delle vicende più significative della storia del Piccolo Stato, a cui si aggiungono gradevoli performance di danza, teatro, giocoleria e musica antica. Il gran finale della domenica è dedicato alla Disfida del Tricorniolo, una competizione molto attesa dai tiratori per la difficoltà di colpire il bersaglio speciale, prova di abilità che garantisce prestigio al vincitore. Il Tricorniolo, bersaglio unico nel suo genere inventato dalla Federazione Balestrieri Sammarinesi in occasione della prima edizione delle Giornate Medioevali, rende infatti molto difficile il conficcarsi della verretta, la freccia scoccata dalla balestra.
Il Segretario di Stato al Turismo, Teodoro Lonfernini, nel ringraziare i gruppi storici, i sostenitori e i collaboratori, ha affermato che, generare eventi di livello, continuamente arricchiti ed ampliati è di estrema importanza in quanto può portare un beneficio in termini di presenze e conseguentemente una ricaduta economica positiva su un settore, quello turistico, che rappresenta il 20% del PIL nel nostro Paese.

Il Direttore del Dipartimento Turismo e Cultura, Vito Testaj è intervenuto spiegando quale sia l’idea di fondo del nuovo progetto, ovvero il passaggio da un singolo evento consolidato, le Giornate Medioevali, ad un contesto medioevale ampliato, creato per caratterizzare sempre più l’offerta turistica della Repubblica e mettere in campo le migliori strategie promozionali.

Il Presidente dell’Ente Cassa Faetano – Fondazione Banca di San Marino, Maurizio Zanotti, ha ribadito il piacere di sostenere le iniziative di rievocazione storica, come il progetto Guaita che ha preso il via per la prima volta nel 2014, affermando che il centro storico, con i suoi monumenti e la sua storia, può diventare un vero e proprio “villaggio medioevale”, grazie all’accoglienza che i gruppi storici sammarinesi sanno mettere in campo, per fare immergere i visitatori nella storia del nostro paese.

Nei mesi di luglio e agosto la Funivia è in servizio fino alle ore 1.00.
Per informazioni dettagliate sugli eventi: www.visitsanmarino.com e canali social.

L’Ufficio del Turismo (Tel. 0549 882914) nelle serate di spettacolo è aperto fino alle ore 22.00.

San Marino, 16 luglio 2015

Sezione Stampa e Pubbliche Relazioni
tel. (+) 378 0549 885440/882405
ufficiostampa.turismo@pa.sm
 

 








 


Ricerca Hotel

Meteo

Icona Meteo

parz nuvoloso

  • 20-01-2018
  • 18:00
5 C
Dati a cura di 3BMeteo
  • dal 21/10/2017 al 18/02/2018

    San Marino Mon Amour
  • dal 09/03/2018 al 11/03/2018

    XXI Festival Internazionale della Magia